• CHI SIAMO

Timeline

2016
settembre 19

2016 – L’UNIONE EUROPEA PREMIA E FINANZIA LABSERVICE PER IL PROGETTO ODORPREP®

Nell’ottobre 2016, LabService è stata premiata e finanziata dalla Commissione Europea per
il progetto OdorPrep © , dopo aver superato con successo la seconda selezione (Phase II)
dello strumento dedicato alle PMI di Horizon 2020, il programma quadro europeo per la
ricerca e l’innovazione.

Successiva all’analisi della fattibilità tecnico-scientifica, commerciale e del
potenziale impatto sociale dell’idea progettuale, la Fase II dello Strumento PMI
riguarda la validazione e la dimostrazione su larga scala, in ambiente reale e
industrialmente rilevante, della nuova versione commerciale di OdorPrep © , che alla
fine di questo stadio dovrà essere pronta per l’immissione sui mercati europei.

… Made in LabService
Un po’ di storia…
Oltre 30 anni di esperienza nel mondo delle specialties.
Separation Sciences, Environmental, Life Chemistry

2015
settembre 19

2015 – INDOOR AIR QUALITY (IAQ) – CEN ISO 16000

I problemi derivanti dall’esposizione a inquinanti negli ambienti confinanti (scuole, ospedali,
impianti sportivi, biblioteche, ristoranti, teatri, cinema, ecc.) interessano sempre più i
legislatori, a livello comunitario e nazionale. LabService partecipa attivamente allo sviluppo
di sensoristica low cost in collaborazione con aziende europee e enti istituzionalmente
preposti.

2014
settembre 20

2014 – LabService, ODORPREP® e L’ OLFATTOMETRIA DINAMICA

La determinazione della concentrazione di odore mediante olfattometria dinamica ha
portato la Lab Service a sviluppare il sistema ODORPREP; un dispositivo che permette il
campionamento “real time” di emissioni odorigene, in accordo con la normativa UNI EN
13725, tramite controllo remoto.

2013
settembre 20

2013 – LabService e la linea ambientale GREEN PEOPLE®

La lunga esperienza maturata negli anni da Lab Service nel campo delle strumentazioni
portatili per il monitoraggio ambientale di 1° livello quali: HNU, Sensidyne, Telegan,
Crowcon, Ion Science, Geotechnical etc., suggerisce all’azienda l’adozione di tecniche di
Brand Management con la creazione del marchio GREEN PEOPLE sotto il quale vengono
commercializzati e gestiti le strumentazioni ed i servizi dei produttori sopra citati.

2010
settembre 20

2010 – LabService e DEPOBULK®

Dopo la fase di prototipizzazione e di sviluppo iniziata nel 2003, in conformità con le linee
guida del Rapporto IstiSan 06/38 del 2006 per la “determinazioni dei metalli e degli IPA
nelle deposizioni atmosferiche”, viene lanciato il nuovo DEPOBULK. Al dicembre 2015
risultano installate circa 700 unità.
 2013 – InterCinD®, il circuito interlaboratorio di LabService
Dopo aver sponsorizzato per oltre 10 anni un PTx su diossine nel settore alimentare ed
ambientale, nel 2013 promuove la fusione di due importanti circuiti Interlab (S) e Cind (I)
dando vita ad uno dei più importanti Circuiti interlaboratorio riconosciuti a livello
internazionale. Nel 2015 ottiene come Provider l’accreditamento ISO/EN IEC 17043 PTP di
ACCREDIA

2003
settembre 20

2003 – LabService lancia il metodo di riferimento per la caratterizzazione dei polimeri

Lab Service introduce nel mercato italiano il primo detector Viscotek TDA (Tetra Detector Array): LALS (Low Angle Light Scattering), RALS (Right Angle Light Scattering) abbinato ad un viscosimetro differenziale ed ad un rifrattometro differenziale. Dopo pochi anni diventa il riferimento per lo studio e la caratterizzazione di polimeri sintetici, di biopolimeri e proteine.

agosto 20

2003 – Lab Service avvia il progetto DepoLab

LabService in collaborazione con esperti del settore inizia uno studio approfondito sul
campionamento di microinquinanti POPs mediante campionatori passivi bulk. Questi studi
si concretizzeranno negli anni successivi con la realizzazione del DepoBulk

2000
settembre 20

2000 – Lab Service e CIND: Circuito Intercalibrazione Diossine

In collaborazione col chimico ambientale Dott. Stefano Raccanelli nasce il primo circuito di
intercalibrazione sui POP’s: CInD (Circuito Intercalibrazione Diossine). Ideato per dare ai
laboratori qualificati la possibilità di confrontare le proprie performance sul difficile controllo
di residui di Diossine e PCB e sviluppato su matrici reali di suoli, ceneri e successivamente
alimentari, si conferma come antesignano degli attuali Proficiency Test.

1999
settembre 20

1999 – il POWER PREP a DIOXIN ’99

In settembre a Venezia si tiene il Congresso Mondiale del settore dei POP e Lab service
introduce il nuovo strumento POWER PREP che dall’anno successivo inizia a
commercializzare delineando una linea che segnerà un nuovo automatismo nella
preparazione al campione con oltre 250 linee automatiche installate.

1998
settembre 20

1998 – Prima azienda italiana del settore certificata UNI EN ISO 9001

Lab Service Analytica, prima azienda Italiana del settore, si certifica ISO 9001 per le attività
del settore EA29a: “Commercializzazione di apparecchiature analitiche da laboratorio e da
campo”…”Prodotti per cromatografia e Materiali di riferimento certificati”….”Servizi di
assistenza tecnico-scientifica”.

1994
settembre 20

1994 – Lab Service e FMS: un rapporto di collaborazione storico

La seconda generazione di sistemi GPC viene sviluppata da Lab Service in collaborazione
con FMS, una collaborazione che porta la società ad estendere la sua leadership
dall’iniziale settore dei residui di Pesticidi a quelli delle PCDD, PCDF, PCB, PAH.

1993
settembre 20

1993 – Introduzione del Naso Elettronico in Italia

In Italia, il primo Naso elettronico commerciale (Alabaster) venne introdotto nel 1993 dalla
Lab Service. Pur se dotato di una tecnologia al tempo ancora sperimentale, suscitò un
grande interesse. Lab Service ne seguì per alcuni anni lo sviluppo assieme alla francese
ALPHA MOS. Si iniziavano a comprendere i vantaggi e i limiti applicativi dell’olfattometria.

1992
settembre 20

1992 – DIOXIN Prep

Si consolida il rapporto con Fluid Management System (FMS) e Lab Service installa al JRC
di Ispra il primo sistema di estrazione e purificazione automatico per l’analisi di PCDD,
PCDF, PCB, PAH in matrici alimentari e ambientali sviluppato col supporto del CDC di
Atlanta.

1989
settembre 20

1989 – Il primo sistema di estrazione Italiano a GPC

Lab Service si orienta verso le tecniche di estrazione dei pesticidi dalle matrici vegetali e
lipidiche e realizza, dopo varie esperienze, il primo sistema Italiano a bassa – media
pressione, il DPFC-1 (Dedicated Pesticide Fraction Collector), che rende automatico il
procedimento di separazione e purificazione della frazione molecolare contenente i principi
attivi di interesse analitico.

1988
settembre 20

1988 – Lab Service ed ERMA Inc. (Tokyo)

Questo nuovo rapporto porta all’introduzione in Italia dei primi Degasatori per HPLC e dei
Detector ad Indice di Rifrazione. Va ricordato il famoso Mod. RI 7511 considerato dalla
American Chemical Rewiews il miglior Indice di Rifrazione al tempo esistente.

1987
settembre 20

1987 – LabService lancia il servizio di column repacking

Lab Service introduce, prima ed unica in Italia, il servizio di “column repacking” per le
colonne HPLC. Un sistema che consente di pulire e riutilizzare l’hardware metallico delle
colonne per HPLC di qualsiasi dimensione, per reimpaccarle con una nuova fase riducendo
in tal modo notevolmente i costi d’analisi.

1984
settembre 20

1984 – Nasce Lab Service Analytica Srl.

Separation Sciences, Environmental, Life Chemistry
Sono gli ambiti operativi dominanti della moderna chimica analitica che identificano
la società.